SINLOC

Sistema Iniziative Locali

Sinloc si occupa di consulenza ed investimento in Italia e in Europa e promuove lo sviluppo locale sostenibile soprattutto attraverso la realizzazione di infrastrutture, con attività di assistenza tecnica, studi di fattibilità e investimenti in progetti di Partenariato Pubblico Privato (concessioni, project financing, ecc.). Sinloc inoltre affianca istituzioni locali, imprese e enti non profit nella configurazione e nella realizzazione dei loro progetti, anche ricercando le necessarie risorse finanziarie nazionali ed europee.

ALCUNI DATI UTILI

0+MLN Patrimonio quasi interamente investiti
0+ MLN di Investimenti attivati per lo sviluppo locale
0+ Progetti di consulenza avviati in Italia e in Europa

STRUMENTI DI INTERVENTO

La nostra attività si sviluppa attraverso tre strumenti principali,
nell’ambito dei diversi settori di intervento.

Consulenza per indentificare e strutturare la soluzione più appropriata per realizzare un progetto e finanziarlo.

Investimenti con l’obiettivo di supportare progetti sostenibili di interesse pubblico con apporto di capitale privato.

Assistenza continuativa a veicoli di investimento nella ricerca. Strutturazione e controllo dei progetti.

SETTORI DI INTERVENTO

SINLOC opera in sette settori

NEWS

SINLOC ACQUISISCE IL 52% DI NOTE – NORD OVEST TOSCANA ENERGIA

23 Dicembre 2022
Sinloc ha acquisito il 52% della società di progetto NOTE, Nord Ovest Toscana Energia, che ha come obiettivo l’efficientamento energetico di 13 strutture ospedaliere toscane. La società si occupa infatti del miglioramento delle prestazioni energetiche delle strutture ospedaliere e sociosanitarie dell’Azienda USL Nord–Ovest. Sinloc quindi sarà socio di maggioranza di NOTE, che vede tra i soci anche SOF SpA, Tecno Service Srl,Coopservice Soc. Coop.p.a. Consorzio Integra soc.coop., Consorzio Innova soc.coop. e CPL Concordia Soc.Coop., NOTE, nello specifico, ha realizzato interventi di riqualificazione energetica e condurrà la gestione e manutenzione degli impianti e degli edifici della USL Toscana, con un investimento totale di 21 milioni, anche grazie ad un finanziamento in essere, di tipo project financing, da parte di Banca Intesa San Paolo. I tredici edifici su cui si interviene sono sei ospedali, due ex ospedali e cinque grandi distretti nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pisa, per una superficie totale di circa 250mila metri quadrati. Oltre alla riduzione della spesa energetica, grazie al miglioramento dell’efficienza degli impianti, dall’intervento deriverà anche la diminuzione di CO2 in atmosfera ed il miglioramento delle condizioni ambientali dei pazienti negli ospedali toscani. “L’investimento in NOTE – commenta l’AD di Sinloc Antonio Rigon – conferma l’attenzione di Sinloc ad investire nell’efficientamento energetico delle strutture sanitarie, affiancando primari operatori industriali in una gestione innovativa, efficiente e trasparente, con l’impegno a dare costante riscontro sugli impatti economici sociali e ambientali generati dall’investimento”. “Siamo molto lieti di entrare in NOTE – commenta Gianfranco Favaro, presidente di Sinloc e da oggi Presidente di NOTE – che ci consentirà di aumentare la nostra attività in Toscana e di mettere al servizio del territorio la consolidata esperienza di Sinloc nella gestione energetica di grandi strutture ospedaliere”. Sinloc nell’operazione è stata assistita dallo studio legale Advant Nctm, attraverso il team composto dal partner Bruno Fondacaro, dal senior counsel Sara Dameri e dall’associate Stefano Casartelli. Qui di seguito il dettaglio delle strutture coinvolte: Ex Ospedale “Campo di Marte” (LU), Presidio ospedaliero Castelnuovo Garfagnana (LU), Ex ospedale Camaiore San Vincenzo (LU), Ex ospedale Viareggio G.Tabarracci (LU), Presidio ospedaliero Barga (LU), Nuovo Dipartimento Prevenzione di Pisa, Presidio Ospedaliero Felice Lotti di Pontedera (PI), Presidio Ospedaliero S.M. Maddalena di Volterra (PI) – vari padiglioni, Ex Ospedale di Carrara, Ex Ospedale Civico di Carrara, Presidio Distrettuale di Bassa Tambura (MS), Presidio Ospedaliero di Pontremoli (MS), Presidio Ospedaliero di Fivizzano (MS).
Continua a leggere

AUGURI DI BUONE FESTE DA SINLOC

22 Dicembre 2022
Un sincero augurio di Buone Feste da Sinloc con la foto vincitrice dell’annuale concorso fotografico tra le persone di Sinloc. Si tratta di un’immagine veneziana, rappresentativa del museo storico navale, che coglie una installazione simbolica. Le mani che si uniscono sullo sfondo di una ciminiera sono emblema del lavoro e della collaborazione, ma anche della solidarietà e della pace, valori che soprattutto in questo periodo sono da portare nel cuore e nella mente.
Continua a leggere

DARE VALORE ALLA CULTURA TRA SVILUPPO DEI TERRITORI E INCLUSIVITA’

22 Dicembre 2022
“L’Italia dispone di un patrimonio unico al mondo, ma molti siti e edifici sul territorio richiedono investimenti volti a migliorare capacità attrattiva, accessibilità e sicurezza.” così recita il testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che destina 6,6 miliardi di euro a favore della tutela, della valorizzazione e della promozione della cultura, nell’ambito della Componente 3 della Missione 1 “Turismo e Cultura 4.0”. Due anni di pandemia, non solo hanno comportato la perdita di circa 55 mila posti di lavoro nel settore culturale italiano, ma hanno riscritto le modalità di fruizione dell’arte: il pubblico ha reindirizzato le proprie scelte in base alla prossimità territoriale, all’offerta digitale e all’inclusività. Gli interventi pianificati mirano quindi alla digitalizzazione del patrimonio artistico, alla rimozione delle barriere architettoniche e alla valorizzazione delle bellezze paesaggistiche, del patrimonio rurale, dei piccoli borghi e delle ville storiche. Sinloc ha accettato la sfida legata alla valorizzazione culturale, che se da una parte rappresenta un valore sé dall’altra si configura come un importante volano di sviluppo locale, con particolare riferimento all’attrattività turistica. I progetti seguiti dai team della Società coprono non solo tutta la Penisola ma si caratterizzano per avere una scala dimensionale molto diversificata, dal grande attrattore turistico al piccolo borgo, dalla villa seicentesca al laboratorio creativo contemporaneo, sempre con l’obiettivo di realizzare progetti strategici, ad elevato impatto per il territorio e generativi. Nell’ultimo anno Sinloc ha supportato attivamente oltre quindici tra enti pubblici e organizzazioni in percorsi di sviluppo, potenziamento e rigenerazione di poli culturali o rafforzamento organizzativo. Tra gli interventi più significativi, all’inizio del 2022 Sinloc ha fornito assistenza tecnica Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po per l’attuazione del progetto di potenziamento dell’attrattività dell’area, identificata quale “Grande Attrattore Culturale” e per questo destinataria di 55 milioni di euro di risorse PNRR, finalizzate ad interventi volti a rilanciare la cultura e il turismo sostenibile. All’interno del piano strategico per il rilancio dell’area del Delta di Po, si inserisce anche il progetto di sviluppo del Sistema Integrato Cultura del territorio, con l’obiettivo di creare un’offerta culturale organica nei nove Comuni dell’area. Tali collaborazioni sono state possibili grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Nell’ambito del potenziamento culturale delle aree urbane, Sinloc ha seguito due progetti nella città di Livorno: da una parte la realizzazione di un polo culturale-espositivo “Monte dei Pegni” nel quartiere storico della Venezia, su incarico di Fondazione Livorno, dall’altra la riqualificazione degli “Hangar Creativi”, commissionata dal Comune di Livorno, che daranno vita ad un hub di produzione artistica nel settore teatrale e audiovisivo. Un altro hub culturale alla cui creazione il team Sinloc sta lavorando è quello che si realizzerà all’interno delle Reggia di Caserta, grazie ai 5,2 milioni di euro che il Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali” del Ministero della Cultura ha destinato alla Reggia di Caserta. Un progetto che coniuga il restauro architettonico ad un’efficace pianificazione economico-culturale, finalizzato a valorizzare l’identità della Reggia, la sua storia ma anche il legame con il territorio e
Continua a leggere

SOLUZIONI PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: L’ESPERIENZA PADOVAFIT EXPANDED

20 Dicembre 2022
A novembre si è chiuso, dopo tre anni di lavoro, il progetto Horizon2020 PadovaFit Expanded, che ha visto la partecipazione attiva di Sinloc, insieme ad altre otto organizzazioni italiane e europee. Obiettivo dell’iniziativa: l’istituzione di uno sportello One-Stop-Shop (OSS) per la riqualificazione energetica presso il Comune di Padova, in grado di fornire metodologie e di svolgere alcune delle attività preparatorie per attivare strutture simili presso due aree pilota. Il progetto ha permesso di definire il modello operativo e le attività fornite dall’OSS verso i clienti finali: la struttura punta ad essere un importante facilitatore locale, tramite servizi di consulenza a favore di cittadini che intendono svolgere attività di riqualificazione edilizia ed energetica. Lo sportello si prefigge così l’obiettivo di essere un importante punto di riferimento territoriale non solo per i cittadini, ma anche per tutti gli altri attori coinvolti nel mondo dell’efficientamento energetico, tra cui imprese realizzatrici di lavori e finanziatori degli interventi. Un ulteriore obiettivo dell’OSS sarà quello di fornire assistenza ad altri comuni orientati ad attivare una struttura simile, creando un importante network di attivatori locali di investimenti su tutto il territorio nazionale. Al progetto, avviato alla fine del 2019 e coordinato dal Comune di Padova, hanno preso parte Climate Alliance, Università Bocconi, Sogesca, Forum Finanza Sostenibile, la municipalità di Timişoara (Romania) e l’Energy Agency di Plovdiv (Bulgaria), queste ultime in qualità di ulteriori aree pilota, e Sinloc quale principale advisor economico-finanziario. Grazie alla sua consolidata esperienza nel settore energetico, Sinloc ha inizialmente mappato e analizzato le caratteristiche economiche e finanziarie delle aree pilota, contribuendo all’identificazione di soluzioni finanziarie volte ad accelerare la realizzazione degli interventi e a strutturare coerentemente l’OSS. Il progetto PadovaFit Expanded ha sicuramente dimostrato come l’istituzione di One-Stop-Shops possa rappresentare una concreta soluzione per stimolare investimenti e per promuovere attivamente la cultura della riqualificazione tra i cittadini.
Continua a leggere
SCOPRI DI PIU'

I NOSTRI AZIONISTI

COMPAGINE AZIONARIA