NEWS

Le ultime notizie sul mondo Sinloc
Home  /  NEWS

Visita il nostro Archivio

SINLOC ENTRA IN OPEN IMPACT PER LO SVILUPPO DELLA VALUTAZIONE D’IMPATTO

18 Maggio 2022
Sinloc acquisisce una partecipazione del 29,9% in Open Impact e diventa così azionista strategico affiancando i soci storici promotori di questa impresa innovativa e punto di riferimento del settore dell’impatto sociale. Obiettivo comune di Sinloc e Open Impact è quello di offrire servizi più ampi ed efficaci a enti pubblici, fondazioni e imprese private, rispetto ai loro obiettivi di misurazione d’impatto economico, sociale e ambientale, anche attraverso una piattaforma digitale. Il mercato della sostenibilità e dell’impact investing è in rapidissima crescita, considerati anche i progetti in ambito PNRR che, come da indirizzi Europei e Nazionali, dovranno essere accompagnati da una valutazione di impatto. È infatti sempre maggiore la rilevanza della valutazione di impatto come strumento per il riconoscimento della sostenibilità economica, sociale e ambientale di singoli progetti e orientare i processi decisionali degli operatori pubblici e privati. “Con l’ingresso in Open Impact – dichiara Antonio Rigon, amministratore delegato di Sinloc – rafforziamo il nostro proposito di mettere a disposizione degli operatori pubblici e privati un sistema integrato di servizi in grado di accompagnare, sotto il profilo economico, sociale e finanziario, l’intero ciclo di vita dei progetti di sviluppo locale. Con il contributo di Open Impact possiamo oggi ancor efficacemente accompagnare un progetto nella sua iniziale configurazione strategica e procedurale, nell’analisi di sostenibilità e fattibilità, nella valutazione e monitoraggio degli impatti, nella ricerca delle risorse finanziarie e, infine, nel project management. Inoltre, grazie alle sinergie tra il Gruppo Sinloc nel suo insieme e Open Impact, potremo sostenere ancor meglio le istituzioni locali e le imprese nel cogliere le opportunità del PNRR e degli altri programmi Europei e Nazionali”. “Accogliamo Sinloc in qualità di socio strategico – aggiunge Luigi Corvo, partner e socio fondatore di Open Impact – società fondata nel 2019, ma che ha già sviluppato oltre 350 progetti. Un ingresso che ci consentirà di sviluppare ulteriormente la digitalizzazione dei servizi impact fino ad immaginare il futuro lancio sul mercato di un social impact bond”. Open Impact è una piattaforma che supporta l’intero ciclo di vita dell’impatto, abilitando i decisori a compiere scelte sempre più consapevoli, rafforzando la sostenibilità economica delle organizzazioni pubbliche e private e facilitando l’incontro tra finanza e impatto sociale. Le sinergie tra Open Impact e il Gruppo Sinloc, e in particolare la sua controllata Sinloc Mediazione Creditizia, potranno allargare l’accesso dei servizi di impatto anche alle PMI nazionali che potrebbero trovare nella piattaforma digitale di Open Impact un riferimento efficace per la misurazione del loro impatto sociale ed economico. Nel database della società sono infatti raccolte, codificate e sintetizzate tutte le valutazioni di impatto sociale validate a livello internazionale e disponibili open source.
Continua a leggere

SINLOC CHIUDE IL 2021 IN CRESCITA PER FATTURATO ED UTILI. 100 NUOVI PROGETTI NELL’ANNO

13 Aprile 2022
Sinloc aumenta fatturato e utili e archivia un altro anno importante di crescita, dove sono stati messi a frutto gli investimenti fatti negli anni precedenti, l’apertura a nuovi mercati (progetti europei e mediazione creditizia) ed il consolidamento della leadership nella strutturazione di progetti di sviluppo locale sostenibili, di impatto e capaci di attrarre le necessarie risorse finanziarie. Sinloc chiude quindi il 2021 con ricavi per circa 5,3 milioni di euro, che integrano il risultato della controllata Sinloc Mediazione Creditizia (+17% sul 2020). Gli utili raggiungono il milione di Euro contro i 240mila euro nel 2020. Da segnalare l’accelerazione, anche per linee esterne attraverso le partnership, della crescita dell’attività di advisory, i cui ricavi sono aumentati del 13% rispetto al 2020. Nell’anno sono stati sviluppati nell’anno cento progetti in diversi territori nazionali e in altre nazioni Europee. Inoltre, sono stati acquisiti alla fine dell’esercizio ordini di competenza per il 2022 per oltre 2,7 milioni, con una crescita del 43% rispetto allo stesso dato nell’esercizio precedente. Quanto ai ricavi dell’attività di investimento, sono stati tutti generati dall’attività ordinaria e sono aumentati del 16% sul 2020. Oltre ai risultati di crescita a Bilancio, Sinloc chiude l’anno con un aumento delle plusvalenze implicite del portafoglio investimenti che, per la componente degli investimenti strategici, hanno superato i 7 milioni. L’assemblea, composta dai rappresentanti delle undici Fondazioni bancarie azioniste, ha quindi approvato il bilancio e rinnovato il Consiglio di Amministrazione che, comunque, vede ancora al vertice il Presidente Gianfranco Favaro e l’amministratore delegato Antonio Rigon. “I risultati della Società – dichiara Antonio Rigon – sono stati particolarmente positivi e, pur in un anno ancora turbato dall’emergenza sanitaria, si sono poste le basi per uno sviluppo ancor più intenso nell’anno in corso e nei prossimi. Sinloc è oggi un punto di riferimento fondamentale per un’efficace e attiva partecipazione dei territori alle opportunità del PNRR. Sta gestendo oltre 10 piattaforme di assistenza tecnica in sei regioni italiane e supporta decine di enti locali e istituzioni non profit nella configurazione di progetti, migliorandone i profili di impatto e sostenibilità, rafforzando le competenze degli Enti e facilitando la candidatura ai Bandi nazionali ed Europei.” “Attraverso l’attuale impegno nel PNRR – sottolinea il Presidente Gianfranco Favaro – Sinloc si sta dimostrando un efficace strumento a disposizione delle Fondazioni, socie e non, per supportare lo sviluppo dei loro territori. L’attività che Sinloc sta svolgendo su sette grandi piattaforme europee di assistenza tecnica, che operano simultaneamente in varie nazioni della UE con una dotazione di 25 milioni di Euro, aiuta a riportare in Italia esperienza e innovazione.” Dopo la positiva esperienza sull’Housing Sociale, Sinloc sta oggi co-gestendo ben 6 strumenti finanziari alimentati da fondi strutturali europei in partnership con BEI, con una dotazione complessiva di oltre 500 milioni. Questi Fondi stanno finanziando l’istruzione universitaria di giovani del Sud, gli investimenti in innovazione e ricerca di imprese nel Meridione e progetti di transizione energetica e riqualificazione urbana in Sardegna, Sicilia e Campania.  È inoltre prossimo il lancio del Fondo di transizione energetica Ver Capital
Continua a leggere

SINLOC E FONDAZIONI INSIEME PER LA CONFIGURAZIONE DI PROGETTI STRATEGICI

11 Aprile 2022
Sono gli Enti Locali e gli Enti non profit all’interno di sei Regioni italiane i beneficiari di assistenza tecnica che Sinloc sta supportando, grazie al contributo e alle risorse messe a disposizione da 10 Fondazioni di origine bancaria, consapevoli delle grandi opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dai Fondi Strutturali. Le risorse del PNRR rappresentano un’occasione da non perdere ma anche un’importante sfida per la Pubblica Amministrazione, chiamata a rispondere prontamente e professionalmente in termini di capacità di programmazione, attuazione e monitoraggio di progetti sostenibili e d’impatto, che richiede un rafforzamento delle capacità operative degli Enti. Le Fondazioni si sono fatte dunque promotrici di bandi finalizzati a sostenere i comuni e organizzazioni in diversi territori distribuiti nelle province di: Padova, Rovigo, Venezia, Udine, Pordenone, Gorizia, Pistoia, Siena, Forlì, Imola, Rieti e Perugia. Le iniziative offrono essenzialmente un accompagnamento a 360 gradi, su iniziative tese a valorizzare il territorio e in linea con gli obiettivi del PNRR, dalla configurazione strategica dei progetti alla loro candidatura a linee di finanziamento pubbliche (regionali, nazionali ed europee) o private. In questo contesto, Sinloc offre ad ogni ente un percorso di assistenza tecnica personalizzata, lavorando su modelli di gestione, schemi di governance, partenariati, valutazione della sostenibilità finanziaria e degli impatti socio-economici fino all’individuazione di strumenti o risorse finanziarie necessarie. Sono vari gli ambiti in cui Sinloc sta attivando piattaforme di assistenza tecnica: dalla rigenerazione urbana, alla mobilità sostenibile e dalla transizione energetica alla coesione sociale, utilizzando strumenti consolidati in oltre 15 anni di esperienza in progetti di sviluppo locale.
Continua a leggere

SINLOC A SUPPORTO DEL GAL VALLE DEL BELÌCE

8 Aprile 2022
Sinloc affiancherà il Gruppo d’Azione Locale (GAL) Valle del Belìce nella realizzazione del nuovo Piano Strategico Territoriale con l’obiettivo di individuare i fabbisogni, favorire lo sviluppo economico dei 12 comuni appartenenti al GAL e attivare risorse finanziarie a supporto delle progettualità locali. Il GAL Valle del Belice è una società consortile formata da enti pubblici e privati dell’area trapanese che persegue l’obiettivo di favorire uno sviluppo socio-economico territoriale sostenibile e partecipativo e migliorare la qualità della vita nelle zone rurali. Il progetto, sviluppato nell’ambito del Progetto operativo 1/2020 Sottomisura 7.1 PAL “Valle del Belice 2020” Programma Leader 2014-2020, sarà realizzato da Sinloc e Ada Comunicazione e si articolerà in tre fasi principali: un’iniziale fase di mappatura della progettualità del territorio, l’identificazione delle progettualità a maggiore impatto locale e l’individuazione di potenziali fonti di finanziamento nell’ambito del PNRR e dei Fondi Strutturali. Il team svilupperà inoltre una metodologia di coordinamento e pianificazione che possa rimanere come metodo condiviso e duraturo di confronto e programmazione tra gli enti. Il Piano Strategico Territoriale del GAL Valle del Belìce si propone come iniziativa avente una natura fortemente partecipativa, attraverso il coinvolgimento degli stakeholders del territorio che saranno invitati a partecipare a presentazioni e tavoli di lavoro tematici. Il progetto rappresenta un’ottima opportunità per trasferire sul territorio del Belìce buone pratiche maturate in analoghi progetti realizzati nel resto d’Italia e in numerosi paesi europei, cogliendo le numerose sfide poste dal Next Generation EU.
Continua a leggere

SINLOC IN PRIMA LINEA PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA

7 Aprile 2022
Sinloc conferma il suo impegno nella ricerca di soluzioni a favore della transizione energetica, sia nell’ambito nazionale che europeo, attraverso due principali leve: la prima consiste nella joint venture con Energy4Com per lo sviluppo di comunità energetiche la seconda si concretizza nella promozione di iniziative a supporto della decarbonizzazione delle isole europee grazie alla European Islands Facility NESOI, che mira a mobilitare più di un miliardo di investimenti in energia green. L’aumento dell’energia da fonti rinnovabili è tra le priorità dell’Unione Europea e del nostro Paese, anche a seguito della crisi, che impone di trovare nuove forme di produzione energetica. Le comunità energetiche, con un autoconsumo collettivo di energia prodotta da fonti rinnovabili, possono rappresentare un fattore decisivo per raggiungere una relativa autonomia e stabilità energetica per i territori. Creare le condizioni per un’attivazione diffusa di comunità energetiche significa offrire nuove opportunità per i territori; per questo il PNRR è fortemente orientato ad accelerare la «rivoluzione verde» con risorse per complessivi 2,3 miliardi, per la promozione delle rinnovabili per le comunità energetiche, l’auto-consumo e le “green communities”. In questo contesto si inseriscono i 7 progetti che Sinloc ed Energy4Com stanno sviluppando in Friuli,Toscana, Sardegna e Piemonte con l’obiettivo di fornire agli enti locali supporto tecnico ed economico, individuando le risorse finanziarie a copertura della realizzazione di comunità energetiche e attivando pubblica amministrazione, PMI e cittadini nella produzione e condivisione di energia elettrica da fonte rinnovabile. Dall’altra parte NESOI contribuisce al raggiungimento degli obiettivi per il clima e l’energia fissati dall’Unione Europea per il 2030 fornendo risorse e assistenza tecnica su misura ad oltre 60 isole per supportare la strutturazione, il finanziamento e l’implementazione dei progetti di transizione energetica. Lo scorso gennaio si è chiusa la seconda call lanciata da NESOI con un buon riscontro: circa 50 isole si sono candidate al bando ed è ora in corso la fase di finalizzazione della selezione per l’allocazione di risorse e supporto tecnico pari a oltre 3 milioni di euro. Tra i progetti italiani già avviati: dall’elettrificazione della flotta di autobus di Catania al parco fotovoltaico di Monte S. Angelo a Lipari, fino all’impianto di energia idroelettrica a Carloforte, nel sud della Sardegna. A breve verranno inoltre attivate iniziative a supporto dell’efficienza e della sostenibilità energetica nelle isole di Capri, Pantelleria, Salina. Tra i progetti europei spicca il supporto della piattaforma NESOI alla nuova sfida “verde” di Samsø in Danimarca: dire definitivamente addio ai combustibili fossili. L’isola danese si propone di diventare fossil fuel free entro il 2030 anche grazie all’assistenza tecnica garantita dal team NESOI, che prevede: e-mobility, realizzazione di un impianto a biogas, efficientamento energetico degli edifici privati e commerciali e smartgrid.
Continua a leggere

SINLOC E FONDAZIONE DI COMUNITA’ DI MESSINA INSIEME PER PROGETTI IN TEMA DI PNRR

4 Aprile 2022
Sinloc e Fondazione di Comunità di Messina ha avviato una partnership per affiancare i territori nello sviluppo di progetti sui temi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).  Le due organizzazioni hanno stretto un patto di collaborazione, sulla base delle rispettive competenze e dell’esperienza maturata grazie all’attivazione di numerosi progetti nel territorio siciliano, per sviluppare soluzioni a  sostegno dello sviluppo locale sostenibile, con particolare riferimento agli ambiti del PNRR e Fondi strutturali. Il PNRR ed i fondi europei in genere rappresentano un’opportunità e una e sfida in termini di capacità di programmazione, attuazione e monitoraggio di progetti concreti, che richiede spesso il rafforzamento delle capacità operative degli Enti Locali. Inoltre, la definizione di progetti e investimenti efficaci è strategica anche per la crescente attenzione degli investitori, sia istituzionali che privati, a verso forme di finanziamento sostenibile e di impatto. L’accordo tra Sinloc e Fondazione di Comunità di Messina, ente non profit per lo sviluppo umano e di modelli di welfare, mira quindi a fornire soluzioni nella configurazione di progetti sostenibili e di impatto in grado di attrarre le risorse economiche del PNRR o altri fondi strutturali. Destinatari delle soluzioni e azioni di sostegno della partnership sono le Regioni, i Comuni, le agenzie di sviluppo locale, gli Enti del Terzo Settore, le altre organizzazioni non-profit e in generale gli attori dell’economia sociale e solidale, a partire dal territorio siciliano. “La volontà è quella di mettere a frutto le nostre esperienze, in diverse Regioni, su progetti candidabili ai finanziamenti del PNRR e sulla trasformazione energetica delle isole europee – spiega Andrea Martinez, vicedirettore generale di Sinloc – rafforzando le professionalità interne agli Enti pubblici e privati di presidio nei processi di programmazione, progettazione, attuazione e monitoraggio di iniziative da finanziare nell’ambito del PNRR, ma anche sviluppando la capacità di elaborare risposte sostenibili e innovative, per esempio attraverso l’attuazione di progetti pilota e di azioni per portarli a candidatura su linee di finanziamento”.
Continua a leggere

ACCORDO ITALMERCATI-SINLOC PER INVESTIMENTI E PROGETTI IN AMBITO PNRR

31 Marzo 2022
Oltre 400 milioni di investimento sulla transizione ecologica e digitale. Con un impatto atteso positivo sull’economia quantificabile in termini indiretti e indotti pari a circa 1 miliardo e più di 9mila nuovi posti di lavoro. È il valore dei progetti, che rispondono a due pilastri fondamentali del PNRR, messi a punto dai 18 Mercati Agroalimentari all’Ingrosso aderenti al network Italmercati. Per realizzare la transizione ecologica, Italmercati propone di rafforzare la catena del freddo attraverso piattaforme refrigerate e specifici processi di stoccaggio e di trasporto a temperatura controllata permettendo di allungare la shelf life dei prodotti, riducendo così gli sprechi connessi alla limitata conservazione dei prodotti; la creazione di servizi distributivi urbani sostenibili che garantiscano l’accesso ai prodotti nei Mercati e ai consumatori localizzati nelle aree urbane; l’ammodernamento delle infrastrutture con la realizzazione di impianti di energia rinnovabile con particolari investimenti sul fotovoltaico. Per garantire invece un’effettiva transizione digitale i Mercati aderenti a Italmercati investiranno sulla tracciabilità dei prodotti per assicurare maggior trasparenza e tutela dei marchi di origine, un continuo monitoraggio dei prezzi e della provenienza dei prodotti, costanti controlli della qualità dei prodotti. Dal produttore al consumatore, passando per l’operatore grossista, la merce sarà costantemente sotto osservazione, permettendo innovative modalità di gestione degli ordini con la creazione di marketplace specifici dedicati all’ortofrutta e all’ittico. Garantendo di poter far arrivare le eccellenze dei prodotti italiani sulle tavole di famiglie e ristoranti. Per ottenere questi risultati Italmercati ha scelto come advisor Sinloc, società di consulenza e investimento che opera su tutto il territorio nazionale per lo sviluppo di iniziative locali, attiva in Europa su progetti comunitari, che assicurerà il suo supporto nell’identificazione di progetti sostenibili e d’impatto, coerenti con gli obiettivi comunitari e le linee di finanziamento del PNRR e dei fondi strutturali. Obiettivo: veder riconosciuti i progetti dei Mercati tra quelli prioritari del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, finalizzati ad un effettivo ammodernamento della logistica e della digitalizzazione del Paese, per contribuire alla transizione ecologica e per misurare l’effettivo ritorno degli investimenti legati al PNRR. “I Mercati aderenti al nostro network sono nel complesso strutture moderne – sottolinea Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati. Durante la crisi pandemica abbiamo rappresentato uno dei principali punti di collegamento nella catena di rifornimento, garantendo la sostenibilità della produzione. Gli investimenti necessari al miglioramento delle infrastrutture e al processo di digitalizzazione consentiranno di rafforzare le varie filiere di produzione, da quella agricola a quella ittica, incrementando la connessione esistente fra i Mercati Agroalimentari, i produttori e i consumatori finali. Il rafforzamento della multimodalità di trasporto sosterrà sicuramente l’esportazione dei nostri prodotti così come l’utilizzo di flotte moderne a zero emissioni permetterà di sviluppare una logistica urbana sostenibile. Siamo fiduciosi che, data la piena coerenza dei nostri interventi con gli obiettivi del PNRR e le politiche comunitarie, gli stessi trovino risposta nelle linee di finanziamento di prossima emanazione”. “Sinloc fornirà assistenza tecnico-economica – dichiara Andrea Martinez, vicedirettore generale di Sinloc – per la verifica e definizione del percorso necessario per l’accesso ai fondi del
Continua a leggere

VALUTAZIONE DI IMPATTO DEGLI INTERVENTI DI SOCIAL HOUSING DEL FONDO HS FVG

11 Marzo 2022
Su incarico di Finint Investments SGR S.p.A., gestore del Fondo Housing Sociale FVG, Sinloc ha svolto la valutazione in itinere degli impatti di dieci interventi di social housing a regime (oltre 290 unità abitative per 47.650 mq ca. di edilizia residenziale) nelle province di Pordenone, Trieste e Udine e la valutazione ex-ante di un’ulteriore iniziativa in corso di trattazione in provincia di Gorizia. La metodologia di valutazione adottata da Sinloc, in linea con i contenuti delle maggiori politiche di sviluppo internazionali e nazionali sul tema, ha visto l’identificazione di un set di dimensioni economiche, ambientali e sociali riconducibili agli stakeholder di progetto (famiglie con difficoltà di accesso al mercato immobiliare, residenti del quartiere, collettività e investitori) e la conseguente valorizzazione di set di indicatori monetizzabili, quantitativi oppure qualitativi, peculiari dell’iniziativa come il risparmio economico legato al canone di locazione, il risparmio in bolletta e la riduzione di emissioni di CO2 legati all’elevata prestazione energetica degli edifici. La valutazione di questi elementi nelle iniziative di social housing a regime ha consentito di evidenziare il ritorno sociale (ovvero il risparmio delle famiglie e della collettività) finora generato rispetto all’investimento privato. Il progetto è stato sviluppato anche grazie a sopralluoghi, momenti di incontro e interviste con il gestore sociale incaricato e con una rappresentanza di residenti. Nel caso dell’iniziativa in corso di trattativa è stato invece individuato il ritorno sociale atteso rispetto all’investimento previsto in caso di accordo con il Comune per l’effettiva realizzazione del progetto (convenzionamento). Le evidenze contenute nei due report prodotti (uno di valutazione in itinere e uno di valutazione ex-ante) sono un elemento di estremo valore per i processi valutativi e decisionali sia interni che esterni al Fondo (comunicazione del progetto, ottenimento del favore delle Amministrazioni e della popolazione, ecc.).
Continua a leggere

FONDAZIONE CARIPT ENTRA NELL’AZIONARIATO SINLOC

8 Marzo 2022
La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia entra nell’azionariato di Sinloc con una quota del 2,51% del capitale sociale. Fondazione Caript, guidata dal presidente Lorenzo Zogheri, diventa così l’undicesima fondazione bancaria a far parte della compagine azionaria di Sinloc, che in Toscana annovera già tra i soci la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. L’ingresso nel capitale arriva a seguito dello sviluppo, da parte di Sinloc, di diversi progetti sul territorio pistoiese, diversi dei quali proprio in collaborazione con la Fondazione che ha molto apprezzato la professionalità e l’efficacia degli interventi di Sinloc e il valore aggiunto che hanno saputo creare per il territorio. Sinloc, che ha come missione il supporto ad uno sviluppo locale sostenibile, metterà ancor più a disposizione del territorio pistoiese le proprie competenze nei servizi di consulenza e le risorse finanziarie in eventuali interventi di partenariato pubblico privato. Sinloc, infatti, affianca gli enti locali e i territori nella configurazione di progetti sostenibili e d’impatto – come racconta la campagna pubblicitaria (nella foto) uscita sui principali quotidiani nelle scorse settimane – al fine di cogliere le opportunità del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e delle altre linee di finanziamento nazionali ed europee. “Con Sinloc abbiamo da tempo una proficua collaborazione, che ha portato a diversi e rilevanti interventi promossi per lo sviluppo del territorio pistoiese – sottolinea il presidente di Fondazione Caript Lorenzo Zogheri – e l’ingresso nella società è un ulteriore passo in questa direzione. Il nostro obiettivo, divenendone azionisti, è innanzitutto mettere a disposizione della provincia di Pistoia un sistema di competenze che, tra l’altro, sia di supporto alla progettualità necessaria per attrarre investimenti dal PNRR e dalle altre importanti linee di finanziamento che caratterizzano questa fase storica. L’iniziativa, dunque, si colloca pienamente nella volontà della Fondazione di agire sempre più come leva per la crescita del territorio di riferimento, un obiettivo per il quale è imprescindibile dotarsi di capacità sempre più affinate proprio nell’approntare progetti. Diventare soci di Sinloc ci offre anche l’opportunità di ampliare i nostri contatti e di confrontarci con nuovi interlocutori su iniziative che, in tanti altri territori, si intraprendono in chiave di sviluppo.  Il fatto che uniamo la partecipazione in Sinloc a quella della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, inoltre, proietta la nostra scelta in una dimensione regionale, offrendo in queste opportunità di confronto, principalmente con interlocutori del nord Italia, l’occasione di dare un contributo che rappresenti il punto di vista della Toscana”. “Siamo lieti dell’ingresso della Fondazione Caript nella nostra compagine sociale – dichiara il Presidente di Sinloc Gianfranco Favaro – In questo territorio abbiamo seguito negli ultimi anni progetti che vanno dall’assistenza tecnica al sociale, accompagnando oltre 25 organizzazioni del non profit in un percorso di crescita organizzativa, lavorando con la quasi totalità degli enti locali per costruire progetti sistemici e integrati e supportando lo sviluppo del progetto “Sportello per la Casa” a contrasto del disagio abitativo. Siamo quindi certi di poter portare ulteriore valore ad un territorio con grandi potenzialità. In futuro contiamo
Continua a leggere

DICONO DI NOI

RASSEGNA STAMPA

CONTATTI CON LA STAMPA

EDOARDO BUS

+39 335 74 61 321
e.bus@brandreporterconsulting.it

GIULIA NICOLETTO

+39 049 84 56 911
giulia.nicoletto@sinloc.com