NEWS

Le ultime notizie sul mondo Sinloc
Home  /  NEWS Page 2

Visita il nostro Archivio

AL VIA GEV, LA SOCIETA’ GREEN ENERGY VECTOR PER IL BIOMETANO

1 Novembre 2022
Al via GEV, la società Green Energy Vector neocostituita per operare nel settore del biometano. La nascita di Green Energy Vector (GEV)  ha come obiettivo lo sviluppo, il finanziamento e la gestione di una rete di impianti a biometano da sottoprodotti agricoli e zootecnici. La produzione del biometano svolge un ruolo primario nel processo di transizione energetica italiano ed europeo e rappresenta una soluzione eco-sostenibile per uscire dalla dipendenza delle energie fossili. Green Energy Vector mira a realizzare nel medio periodo dieci impianti da quattro milioni di metri cubi annui ciascuno, dislocati prevalentemente nel centro-sud Italia. Questo consentirebbe a ben 40mila famiglie italiane di riscaldarsi e cucinare grazie al biometano GEV. Il biometano è prodotto dalla lavorazione del biogas, che a sua volta è generato dalla fermentazione in assenza di ossigeno di materiali residui di origine organica, animale o vegetale. L’intero processo avviene in ambienti a temperatura controllata, ad opera di microrganismi attivi che convertono la materia prima in biogas, costituito per il 50-70% da metano. L’Italia ha le potenzialità per coprire, grazie al biometano, il 10% del fabbisogno di gas naturale. La produzione di biometano corrisponde agli obiettivi di politica energetica del Paese e GEV è consapevole di poter contribuire sia a promuovere lo sviluppo di economie circolari che a diminuire la dipendenza dal metano di importazione, in un momento di grande difficoltà per il Paese.
Continua a leggere

ANTONELLA SCOTESE NUOVA AREA MANAGER SINLOC A ROMA

28 Ottobre 2022
Antonella Scotese è la nuova Area Manager a Roma di Sinloc, socia fondatrice e amministratrice di AS&P Advisor srl, assume questo ruolo anche a seguito dell’ingresso di Sinloc nel capitale di AS&P Advisor, di cui Antonio Rigon, amministratore delegato di Sinloc, è diventato Presidente. Laureata in Economia delle Amministrazioni Pubbliche e Istituzioni Internazionali presso l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano, ha maturato oltre 22 anni di esperienza in primarie società di consulenza attive a livello nazionale e mondiale. Ha supportato numerose Amministrazioni Pubbliche (Ministeri, Regioni e Comuni) nella programmazione, attuazione, monitoraggio e valutazione delle politiche di sviluppo. Ha lavorato alla creazione e sviluppo di strumenti finanziari (Fondi garanzia e prestiti, Fondi per lo sviluppo locale, la rigenerazione urbana e l’efficientamento energetico, Microcredito) e alla sperimentazione di strumenti per l’innovazione sociale. Per oltre dieci anni è stata direttore di una multinazionale della consulenza, responsabile per l’Italia di un team specializzato in servizi per la ricerca, acquisizione e gestione di fondi pubblici addizionali e fundraising a favore di società pubbliche e private. Docente in Master su Europrogettazione, finanza di impatto e Fondi Strutturali e le politiche di investimento pubblico – privato per il Sole24ore e numerosi Enti pubblici. Dalla sede di Roma, anche tramite la AS&P Advisor, Antonella Scotese seguirà lo sviluppo commerciale di Sinloc, in particolare nel Lazio ed in Umbria, per promuovere lo sviluppo locale soprattutto attraverso la realizzazione di infrastrutture, con studi di fattibilità, attività di assistenza tecnica e con investimenti in progetti di Partenariato Pubblico Privato.
Continua a leggere

CON ITALMERCATI PER LO SVILUPPO DELLA LOGISTICA AGROALIMENTARE

12 Ottobre 2022
Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha stanziato 150 milioni di euro nell’ambito della misura PNRR “Sviluppo della logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo” a favore dello sviluppo della capacità logistica dei mercati agroalimentari all’ingrosso. È un risultato importante fortemente voluto da Italmercati, la rete d’imprese che raggruppa oltre 20 mercati ortofrutticoli in Italia, ottenuto anche grazie al supporto di Sinloc che ha accompagnato Italmercati nell’individuare leve strategiche per lo sviluppo della filiera agroalimentare e della logistica nazionale, con benefici per collettività. Sinloc ha predisposto piani di sviluppo, mappando non solo le esigenze ma anche le potenzialità di tutti i mercati afferenti alla rete d’imprese. Il decreto ha il merito di riconoscere ai mercati agroalimentari il ruolo di soggetti strategici per l’economia e la logistica italiana, finanziando, con risorse a fondo perduto, progetti con un importo complessivo tra i 5 e i 20 milioni e un ammontare delle agevolazioni concesse non superiore a 10 milioni. Tra gli obiettivi principali delle iniziative in cantiere spiccano: l’efficientamento energetico e la riduzione degli impatti ambientali, il miglioramento della capacità commerciale e della logistica e un rafforzamento della sicurezza delle infrastrutture mercatali. A breve è prevista la pubblicazione del bando che consentirà ai mercati all’ingrosso di candidare i propri progetti per l’accesso ai fondi a disposizione. Sinloc è orgogliosa di aver contribuito al raggiungimento di questo traguardo fondamentale per uno sviluppo efficiente e sostenibile della filiera e della logistica agroalimentare.
Continua a leggere

CAMBIARE È POSSIBILE CON PROGETTI CREDIBILI CHE RISPETTANO TEMPI, REGOLE E LINEE DEL PNRR

28 Settembre 2022
Di seguito l’intervista ad Antonio Rigon, Amministratore Delegato Sinloc SpA pubblicata su Verità&Affari del 28 settembre 2022 Parla l’esperto «Cambiare il Pnrr è possibile Ma regole e tempi vanno rispettati» di Maurizio Cattaneo Che succederà al Pnrr? Ora che Giorgia Meloni ha stravinto le elezioni, potrà davvero cambiare la destinazione dei miliardi provenienti da Bruxelles o l’Italia rischia lo scontro con l’Ue ed il blocco dei fondi? Lo abbiamo chiesto ad un super tecnico, Antonio Rigon, amministratore delegato di Sinloc, società controllata da undici tra le maggior Fondazioni bancarie nazionali, e uno dei leader della consulenza per il Pnrr a livello europeo soprattutto nel settore della transizione energetica (tra i caposaldi del piano). Dottor Rigon, arrivati a questo punto è davvero possibile cambiare il Pnrr? C’è chi invoca la regola secondo cui di fronte ad eventi straordinari, come la guerra in Ucraina, si può rivedere tutto. Altri lo negano. «Il Pnrr è un documento programmatico che ha già chiaramente identificate le “missioni” che deve svolgere. Linee guida approvate dall’Ue e strettamente legate all’apertura dei finanziamenti. Questo è il primo punto. Poi occorre chiarire che circa il 60 70% dei fondi è già stato impegnato. Detto questo i margini di manovra, a talune condizioni, comunque ci sono» Dunque una bella fetta del Pnrr è in pratica intoccabile. Ma c’è il resto. Si tratta comunque una valanga di soldi. «In quanto ai fondi che non sono stati ancora né allocati né impegnati, in effetti appare potenzialmente possibile definire priorità diverse e rivedere le modalità di utilizzo. Ma bisogna rimanere tassativamente nel solco delle “missioni” concordate. E poi c’è la questione dei tempi». I tempi? «Bisogna agire velocemente e con progetti di qualità, ben sviluppati e dall’evidente creazione di valore sui territori. Ci sono traguardi e obiettivi da raggiungere e i fondi arrivano in base allo stato di avanzamento dei lavori». Cambiare rotta significa per forza allungare i tempi? «Io ricordo a tutti che il Pnrr prevede dei limiti temporali entro i quali effettuare gli investimenti. Entro giugno 2026 i soldi dovranno essere spesi bene. Lo ripeto: l’erogazione dei fondi è legata alla validità dei progetti presentati e al loro impatto sui territori, che deve essere sostenibile. E tutto ciò fatto in tempi certi. Un iter ben diverso rispetto al passato». In che senso?» «In passato, l’Unione europea seguiva lo schema della rendicontazione finanziaria e amministrativa, legando la concessione delle risorse all’attestazione delle spese sostenute. Questo generava una dispersione in mille rivoli, spesso senza arrivare in fondo». In effetti l’Italia è famosa per essere il Paese che non riesce a spendere tutti i fondi che l’Ue mette a disposizione. «E’ vero, l’Italia è nelle ultime posizioni per impiego di fondi comunitari». Ma allora cosa si deve fare? «Le faccio un esempio . Bisogna in primis, limitare le erogazioni a fondo perduto per interventi in settori, come l’energia, nei quali si può procedere con il partenariato pubblico-privato o con fondi pubblici rotativi, in modo da minimizzare gli sprechi e attivare un circolo virtuoso di investimenti». Altri consigli? «Bisogna attivare piattaforme di
Continua a leggere

ATTENZIONE ALLE FALSE OFFERTE DI LAVORO ONLINE

27 Settembre 2022
Negli ultimi giorni ci sono giunte segnalazioni in relazione alla diffusione di false offerte di lavoro a nome Sinloc; i contratti in questione prevedono prestazioni professionali nell’area del customer care. Sinloc è del tutto estranea a questi annunci. Purtroppo questo genere di truffe sono estremamente diffuse e in alcuni casi molto sofisticate: il truffatore contatta la vittima via email o social network (prevalentemente LinkedIn) al fine di ottenere informazioni sensibili o denaro. Vi invitiamo dunque a prestare la massima attenzione alla fonte della richiesta prima di fornire i propri dati personali o bancari, copie di documenti d’identità e a verificare sempre il sito web del presunto datore di lavoro e le informazioni di contatto prima di sottoscrivere accordi. In particolare sottolineiamo che: Pubblichiamo le posizioni lavorative aperte solo sul nostro sito alla pagina Carrers, all’interno del profilo LinkedIn aziendale e, limitatamente alle offerte di tirocinio, nei siti delle Università partner Utilizziamo solo indirizzi email che terminano con @sinloc.com Selezioniamo i candidati tramite colloqui online e/o in presenza (i contatti non avvengono mai solo via email) Non richiediamo mai denaro o dati bancari personali Sinloc si sta attivando presso le autorità competenti al fine di tutelare la propria immagine e quella dei propri collaboratori, affinché questi episodi non si ripetano ancora.
Continua a leggere

SINLOC PARTNER DEL PROGETTO EUROPEO SPIRIT PER IL RISCALDAMENTO INDUSTRIALE SOSTENIBILE

20 Settembre 2022
Cambiare le regole del gioco: il progetto europeo SPIRIT per il riscaldamento industriale sostenibile SPIRIT è il nuovo progetto Horizon EUROPE, di cui Sinloc è partner insieme ad altre 17 organizzazioni provenienti da tutta Europa, mira a rendere le pompe di calore la prima tecnologia di riscaldamento per l’industria entro il 2030. Il settore industriale è responsabile di oltre il 25% delle emissioni di gas serra e la decarbonizzazione è l’unico modo per raggiungere gli obiettivi europei legati al cambiamento climatico. Il riscaldamento industriale è un tema estremamente sfidante in quanto molte industrie necessitano di alte temperature per poter produrre. Il progetto SPIRIT, che ha preso avvio lo scorso primo settembre, accoglie questa sfida, testando tre tecnologie a pompa di calore su larga scala (0,7 – 4 MW) e ad alta temperatura (140 º C -160 º C), in Norvegia, Belgio e Repubblica Ceca, nel settore dell’industria alimentare e cartaria. Il team di SPIRIT studierà inoltre soluzioni per migliorare le prestazioni tecniche ed economiche delle tecnologie ed in particolare approfondirà metodologie di riutilizzo virtuoso del calore di scarto nella produzione di calore, dimostrando che una pompa di calore può fornire tre volte tanto calore quanto consuma in energia. Il progetto studierà anche l’integrazione operativa della pompa di calore con i sistemi solari termici. “Introdurre le pompe di calore nel cuore del sistema industriale europeo sarà una vera rivoluzione – ha commentato Simon Spoelstra, coordinatore del progetto SPIRIT – L’Europa ci chiede di ridurre le emissioni del 55% entro il 2030, con l’obiettivo di diventare carbon-neutral entro il 2050. La decarbonizzazione del riscaldamento industriale attraverso l’introduzione di pompe di calore ad alta temperatura rappresenta una soluzione efficace che il progetto SPIRIT mira a far diventare realtà.” Il progetto prevede anche lo sviluppo di modelli economici e accordi contrattuali innovativi e lo studio di come gli stessi possano aumentare l’impatto positivo delle pompe di calore industriali; sarà questo l’ambito di lavoro del team Sinloc che proporrà soluzioni sostenibili, grazie alla sua lunga e diversificata esperienza nella pianificazione economico-finanziaria. I 17 partner saranno inoltre impegnati in azioni di sensibilizzazione e divulgazione su costi e benefici legati ad una riqualificazione delle tecnologie di riscaldamento industriale, in un’ottica di riduzione dei costi energetici e delle emissioni di gas serra. Il progetto, coordinato dalla Netherlands Organisation for Applied Scientific Research (TNO), riunisce organizzazioni provenienti da otto diversi paesi con un’ampia e diversificata esperienza in diversi campi: dal design alla produzione e dalla ricerca alla finanza. L’obiettivo finale del progetto, che durerà tre anni e mezzo, consiste nel far sì che le pompe di calore industriali diventino la tecnologia di riferimento, soddisfando la domanda di calore del settore manifatturiero per temperature superiori ai 160°C entro il 2030.
Continua a leggere

REGGIA DI CASERTA: NASCE L’HUB CULTURALE E CREATIVO CHE VALORIZZA IL TERRITORIO

5 Agosto 2022
Il progetto “Reggia in Arte e Design” comincia a prendere forma, anche grazie agli incontri organizzati con Istituzioni, gli Enti di formazione e aziende della filiera culturale e creativa del territorio, che saranno protagoniste della nascita di un nuovo polo culturale e creativo all’interno della Reggia di Caserta. Nell’ambito del Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali” del Ministero della Cultura, la Reggia di Caserta ha infatti ottenuto un finanziamento da 5,2 milioni di euro finalizzato al recupero e alla rifunzionalizzazione dell’ex Convento dei Passionisti, situato all’intero del Parco Reale, e di alcuni ambienti del Palazzo Reale. Gli spazi riqualificati daranno vita ad un hub culturale dedicato alla sperimentazione e alla creatività nell’ambito della moda, del design, dell’artigianato e dell’oreficeria. Sinloc, in partnership con Gnosis Progetti e Innovus Ingegneria, sta lavorando ad una proposta strategica che coniughi il restauro architettonico ad un’efficace pianificazione economico-culturale. Il progetto mira dunque a valorizzare l’identità della Reggia, la sua storia e il legame con il territorio attraverso un approccio in grado di mettere in relazione antichi mestieri e digital manufactoring, attivando nel contempo spazi espositivi e di vendita dei prodotti realizzati, ma anche servizi complementari e flessibili come la foresteria e aree di coworking. L’ascolto degli stakeholder è stato un passaggio importante per far emergere le principali esigenze del tessuto economico locale e le potenzialità che gli Enti e le Istituzioni possono mettere in campo attivando specifiche sinergie, al fine di amplificare la rilevanza del progetto non solo a livello locale. Riportare la produzione creativa, la sperimentazione e l’accoglienza, che ha reso grande la corte borbonica, all’interno della Reggia patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, sono gli obiettivi sfidanti di questa iniziativa che si propone dare visibilità al sistema imprenditoriale locale e contestualmente favorire lo sviluppo di reti a sostegno della crescita economica del territorio.
Continua a leggere

PRESENTATI A SASSARI I PROGETTI FINANZIATI DA FONDO RICERCA E INNOVAZIONE

19 Luglio 2022
Presentati il 15 luglio, durante un evento a Sassari, alcuni tra i più significativi progetti sviluppati grazie alle risorse del Fondo Ricerca e Innovazione, gestito dal Banco di Sardegna e Sinloc. Nato alla fine del 2016, da un accordo di finanziamento stipulato tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la BEI, all’interno del Programma Operativo Nazionale (PON) 2014-2020, il Fondo prevede interventi a sostegno della competitività delle imprese del Mezzogiorno, con particolare attenzione alle tecnologie innovative. Sinloc, in qualità di advisor tecnico, segue le fasi di scouting e pre-valutazione dei progetti, mentre la concessione delle risorse avviene attraverso la partecipazione nel capitale di rischio dell’impresa da parte di Banco di Sardegna, a cui possono essere associate ulteriori risorse di co-finanziamento da parte del Banco stesso o da soggetti da esso attivati. Durante il convegno, che si è tenuto presso l’Aula Magna dell’Università di Sassari, sono intervenuti rappresentanti di cinque delle aziende che hanno realizzato i progetti di sviluppo finanziati dal Fondo Ricerca e Innovazione: Magaldi Power, che ha ideato un sistema per produrre vapore ed energia termica usando materiali riciclabili ed eco-compatibili Protom Group, che ha sviluppato uno strumento innovativo di verifica dei componenti aeronautici dei comandi di volo Nemea Sistemi, che ha applicato l’intelligenza artificiale alle immagini satellitari per analizzare le criticità della superficie terrestre Nurex, che ha sviluppato uno strumento di diagnosi microbiologica della sepsi o di altre gravi malattie infettive Farm4Trade, società all’avanguardia nelle soluzioni di Computer Visions per la tracciabilità e per il controllo della salute animale.
Continua a leggere

SINLOC PER IL NON PROFIT: UN ANNO DI PROGETTI

15 Luglio 2022
Il Terzo settore oggi mira e ha bisogno di innovarsi per crescere e per rispondere alle nuove esigenze della società, degli individui e del territorio. In questo momento storico queste grandi sfide si accompagnano a grandi opportunità, forse irripetibili, dal Fondo nazionale per l’Economia Sociale all’Action Plan for Social Economy della Commissione Europea, passando per la crescita degli investimenti in organizzazioni e fondi capaci di garantire un impatto sociale e ambientale positivo. Tutte le tendenze in atto sottolineano come il non profit non rappresenti più un settore ai margini ma un comparto capace di contribuire concretamente ad uno sviluppo equo e sostenibile. Per diventare veri motori dell’innovazione sociale, le organizzazioni non profit hanno però bisogno sia di rafforzare il proprio ruolo attuale e potenziale sia di crescere a livello organizzativo e strategico, in questi ambiti Sinloc è in grado di mettere a disposizione le proprie competenze multidisciplinari e un’esperienza di oltre 15 anni nel supporto allo sviluppo locale. In particolare, nell’ultimo anno il team Sinloc ha supportato attivamente circa 20 organizzazioni non profit in percorsi di rafforzamento delle capacità e delle risorse, sia finanziarie che strumentali. In occasione dell’edizione 2021 del bando “Next Generation You”, lanciato da Fondazione Compagnia di San Paolo, Sinloc ha accompagnato quattro organizzazioni non profit torinesi, attive nei settori della cultura, della produzione eco-sostenibile e dei servizi socio-sanitari, in un percorso di rafforzamento organizzato, volto all’individuazione della traiettoria di sviluppo più coerente con i bisogni dell’organizzazione. Fra queste, due organizzazioni saranno supportate anche nella fase di esecuzione del piano di crescita delineato. Sinloc è stata inoltre recentemente confermata da Fondazione Compagnia di San Paolo quale advisor per l’edizione 2022 dello stesso bando. Sinloc ha maturato una consolidata esperienza anche in percorsi di capacitazione sulle tematiche cardine del Terzo settore, implementando modelli di intervento modulari e adattabili alle esigenze delle organizzazioni. Nel 2021 Sinloc ha affiancato Fondazione Opera Sacra Famiglia nel consolidamento di competenze e strumenti relativi alla strutturazione e gestione di progetti. Nello stesso anno è stato attivato “Socialmente Efficaci”, percorso di capacity builing promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, rivolto a 15 organizzazioni selezionate tra le beneficiarie di contributi sul bando “Socialmente 2021”. Nel corso di 12 mesi le organizzazioni hanno potuto beneficiare di approfondimenti teorici e pratici su temi quali, tra gli altri: valutazione d’impatto, fundraising, sostenibilità economico-finanziaria e gestione dei volontari, per un totale di oltre 60 ore. Successivamente è stato avviato un percorso di coaching personalizzato per ciascuna organizzazione al fine di accompagnarle in una migliore strutturazione dei propri processi interni. Oggi Sinloc è impegnata nello sviluppo di progetti strategici, sostenibili e d’impatto nell’ambito del bando “Configurazione Progetti” promosso da Fondazione Friuli, grazie al quale otto organizzazioni del Terzo settore stanno strutturando l’assetto ottimale di iniziative innovative in diversi ambiti quali: la valorizzazione del patrimonio culturale, l’inclusione lavorativa e sociale per persone con disabilità, i servizi socio-sanitari digitalizzati e la creazione di poli formativi e culturali. Di seguito il video realizzato in occasione della candidatura di Sinloc in
Continua a leggere

DICONO DI NOI

RASSEGNA STAMPA

CONTATTI CON LA STAMPA

EDOARDO BUS

+39 335 74 61 321
e.bus@brandreporterconsulting.it

GIULIA NICOLETTO

+39 049 84 56 911
giulia.nicoletto@sinloc.com