SINLOC CRESCE E CHIUDE IN UTILE IL PRIMO BILANCIO DELL’”ERA COVID”

By Sinloc SpA 13 aprile 2021
Home  /  News  /  SINLOC CRESCE E CHIUDE IN UTILE IL PRIMO BILANCIO DELL’”ERA COVID”

Sinloc archivia il primo bilancio dell’“era Covid”, con un risultato in utile pari a 240 mila euro e, nonostante il contesto eccezionale, una crescita del 9,3% dei ricavi ordinari. Il bilancio è stato approvato dall’Assemblea, composta dai rappresentanti delle dieci Fondazioni bancarie azioniste.

Negli ultimi anni Sinloc ha gestito oltre 550 progetti di consulenza ed attivato 1,2 miliardi di investimenti per lo sviluppo locale.

“L’anno 2020 è stato caratterizzato da un’evoluzione dell’ambiente esterno negativa e imprevedibile – spiega Antonio Rigon, Amministratore Delegato di Sinloc. L’impatto sulla domanda dei nostri servizi è stato importante, ma il modello di business e l’impegno delle risorse hanno permesso di limitare i danni, di crescere ed esplorare nuove opportunità, dando corso ad importanti iniziative.”

Tra queste, il Fondo StudioSi, con risorse BEI/MIUR, per l’erogazione di prestiti a studenti del Sud. “In partnership con il Gruppo ICCREA – commenta il Presidente Gianfranco Favaro – abbiamo positivamente avviato la gestione di “StudioSì”, per il finanziamento di studenti universitari delle regioni meridionali, anche nel caso si iscrivano a corsi di Università situate al Nord. Il Fondo ha una dotazione di 46,5 milioni ed ha avviato l’operatività a settembre 2020”.

La Società ha risposto con efficienza e flessibilità alle sfide organizzative poste dalla pandemia, contenendo i costi ordinari di gestione e, pur scontando l’assenza di ricavi straordinari da cessione di partecipazioni, ha realizzato un totale dei ricavi pari a 4,3 milioni di euro, appunto con una crescita del 9,3% rispetto al 2019, considerando la sola componente ordinaria. All’utile netto di circa 240mila euro, si somma poi il valore economico creato nell’esercizio dall’ulteriore aumento, per circa 980mila euro, del valore delle partecipazioni in portafoglio.

Nonostante l’impegno a raggiungere un risultato economico positivo in circostanze avverse, sono stati realizzati investimenti in processi e servizi, lanciando sul mercato quattro nuovi «motori di sviluppo» che favoriranno la crescita futura:

  • Costituzione e avvio del Fondo sulla Transizione Energetica, piattaforma di investimento nel settore della transizione energetica con Ver Capital Sgr, con un obiettivo di raccolta di 200 milioni di euro;
  • avvio di Sinloc MC Srl, società di mediazione creditizia del gruppo Sinloc, focalizzata sull’individuazione delle migliori soluzioni per la concessione di finanziamenti da parte di banche, istituzioni finanziarie, società di leasing e factoring, con offerte dedicate a imprese pubbliche e private;
  • avvio, in collaborazione con Infocamere, della Piattaforma SìBonus, marketplace per la cessione dei crediti d’imposta per interventi edili di efficientamento energetico e sismico ex D.L. 34/20 (ovvero il cosiddetto Superbonus);
  • strutturazione di un sistema di competenze e di servizi a supporto della caratterizzazione e candidatura di progetti di sviluppo locale al finanziamento delle risorse nazionali ed europee.

Nell’ambito delle risorse europee sono proseguite le attività operative dei primi tre progetti finanziati dai fondi della Commissione Europea “Horizon 2020” (Nesoi, Eenvest e PadovaFIT). In particolare, per quanto riguarda il Nesoi, il Consorzio guidato da Sinloc ha sviluppato nel corso dell’anno le attività preparatorie e di costruzione del primo bando di selezione delle isole beneficiarie di assistenza tecnica, ottenendo circa 120 candidature in tutta Europa, a fronte dei circa 30 beneficiari finali. Il progetto PadovaFit Expandend ha invece avviato, al termine dell’anno, la prima fase dello sportello informativo a disposizione dei cittadini per realizzare interventi di efficienza energetica e riqualificazione delle proprie abitazioni. Inoltre, nel corso dell’anno sono stati avviati due nuovi progetti europei: Super-Heero, avente ad oggetto interventi di risparmio energetico sui supermercati e modalità innovative di coinvolgimento di cittadini e comunità locali, e Hestia, di cui Sinloc è coordinatore, finalizzato a definire modalità innovative per una gestione più efficiente delle reti energetiche e per lo sviluppo di comunità energetiche.

Infine, è iniziata l’attività operativa di efficientamento energetico di 92 immobili tra scuole, impianti sportivi, uffici e edifici culturali, di proprietà del Comune di Pordenone, in partnership con Siram spa, a seguito dell’aggiudicazione della corrispondente gara di Partenariato Pubblico Privato. Progetto Naonis S.r.l., la società di progetto che gestisce la concessione, a cui Sinloc partecipa con una quota dell’80%, svilupperà investimenti per circa 6 milioni di euro e i lavori termineranno entro settembre 2021. Gli interventi individuati si stima che consentiranno di ridurre i consumi di energia primaria degli immobili di 3.455 MWh di energia all’anno, corrispondente al consumo annuo di 178 famiglie e 742 tonnellate di emissioni di CO2 evitate. Per questo risultato è stato elaborato un progetto che riguarda l’installazione di impianti fotovoltaici e di sistemi di monitoraggio intelligente degli ambienti, la sostituzione delle vecchie caldaie e lampade con le ultime tecnologie, la coibentazione degli involucri.

Categoria :
  News
questo articolo è stato condiviso 0 volte
 000